NeWage, il primo portale accessibile
ai ciechi

"Esistono cose che ho tentato di fare nonostante tutti contro".

Premio Città-Futuro ne è la prova.

 

Nell'accingermi a scrivere questo redazionale, in quanto Direttrice Editoriale e Responsabile di NeWage, il primo portale internazionale accessibile a ciechi, ipovedenti e sordomuti, tradotto in inglese, russo e, nel medio-lungo periodo in cinese e giapponese, mi son chiesta cosa potesse significare per i miei lettori critici consapevoli la parola "possibilità".

 

Ripensavo al lancio del mio progetto editoriale tramite il Social Network che meno amo e di cui maggiormente ho apprezzato, perché usato, la popolarità, in quanto in tre anni dalla nascita dello stesso mai nessuna pubblicità è stata pagata, nonostante l'invio di codici, ticket e sconti dal "Signor Zuckerberg".

 

Nella mia memoria storica, poi, vi sono i colleghi, uno tra tutti, Espedito Pistone.

 

Si rifletteva insieme sulla capacità, tramite Premio Città-Futuro, di giungere allo scopo prefissato, quale l'educazione ad una coscienza ecologica condivisa.

 

Se non mi avesse aperto gli occhi, non mi sarei resa conto che, quanto affermato da lui, in realtà era già parte di me, ma solo in quella che nei miei studi aziendali - ebbene sì, cari amici miei, non ho una formazione universitaria umanistica anche se leggevo a dodici anni "I dolori del giovane Werther" - chiamano "microeconomia", o, ancora meglio, con concetti quali "settore", "comparto", "distretto industriale".

 

Così come non ho mai osannato Facebook rifiutandomi di usarlo - è gratis, perché non prenderne il lato positivo per promuovere le mie attività non profit? - ho creduto giusto dare una svolta a Premio Città-Futuro.

 

La prima edizione - ancora in scadenza, il 30 Settembre il termine ultimo dell'invio degli elaborati - è andata egregiamente.

 

La risonanza mediatica, i patrocini morali ricevuti, la Camera dei deputati come interlocutore, la politica, ma quella istituzionale, dalla "mia parte".

 

Che significa?

 

Che non mi sono piegata io a quelle che sono le logiche e le condizioni del mercato, ma esso a me, o, meglio, son riuscita a capire cosa la gente vuole oggi dall'informazione.

 

Che grande responsabilità! "Quanta presunzione", potrebbe pensare qualcuno. È giusto, questo. Senza essere "presuntuosa" o, meglio, orgogliosa, determinata, sicura di me, con una forte dose di autostima, non avrei avuto un portale senza pubblicità.

 

Senza tali caratteristiche, non avrei sorriso - di deridere la gente che non usa l'intelligenza proprio non ci riesco, è un limite, loro, e come tale va accettato e compreso - di tutti coloro che, tre anni or sono, mi hanno sbattuto la porta in faccia.

 

Perché, diciamola tutta, "non ho dato la fica", ma non solo (n.d.r.: non si allarmino i puristi della lingua o chi pratica la Fede, le parole hanno un giusto equilibrio nei contesti in cui sono usati).

 

Perché io son rimasta quella di un tempo: la ragazza spensierata, seppure con un passato di depressione e malasanità alle spalle, due molestie sessuali subite, tanta voglia di fare l'amore, e malgrado, anzi, soprattutto, di vivere.

 

Chi non ha mai visto la morte in faccia? Chi, invece, non ha mai subito una molestia, una minaccia, o una semplice ingiustizia? Un sopruso, un diritto negato?

 

Premio Città-Futuro è dedicato a tutti voi e, se c'è il pagamento di una quota, e non potete sostenerne il costo, inviate pure i vostri elaborati, saranno comunque presi in visione.

 

Se però credete nei miei progetti, nella lotta agli stereotipi imposti dalla moda per i canoni di bellezza; se, ancora, volete che i disturbi dell'anoressia siano solo un vago ricordo; se sapete che è importante dare consapevolezza a delle ragazzine delle scuole medie inferiori ed insegnar loro a difendere il proprio corpo, anche offendendo il potenziale "molestatore di turno", allora condividete, e trascorrete pure le vostre nottate - ecco perché Facebook "è di moda" - a promuovere questo concorso, che è il VOSTRO.

 

Una professione ce l'ho. Di premi non ha mai vissuto nessun giornalista serio. In sintesi, con esso "non campo". 

 

Sorrido e mi chiedo se possa definirmi tale. Non è ancora abbastanza. Non sono ancora precisa nello scrivere come Montanelli o curiosa come la Levi Montalcini, non ancora so cosa va e cosa no come i miei amici professionisti, ma di una cosa sono certa.

 

Alla carta stampata, all'odore della stessa, alla vita che scorre, e di cui forse ne modifico con il mio osservare la realtà che mi circonda, i modelli di comportamento, io non rinuncio.

 

E voi?

 

Vi aspetto numerosi (bando integrale del concorso, Premio Città-Futuro, I edizione, nell'ambito della manifestazione "Inventa la tua città ecocompatibile): https://www.facebook.com/events/1433026780252186/?fref=ts

 

 

Sito ufficiale: http://www.premiocittafuturo.blogspot.it

 

Lidia Ianuario

(Riproduzione riservata ©)

Nel giorno del compleanno del Napoli, un ex allenatore ha parlato del passato e del presente dei colori azzurri: Bruno Pesaola

 

L'ex allenatore e giocatore azzurro, soprannominato il petisso, è intervenuto ai microfoni di Radio Club 91.

Ecco quanto evidenziato dalla redazione di 100x100Napoli: "In questi 88 anni ci sono stati giorni belli e brutti. Ad esempio Napoli - Anderlecht, gara di Coppa delle Coppe, è stata una truffa, un gol annullato per fuorigioco con un tiro da fuori area. Assurdo. E’ stata una brutta pagina.

Il calcio di ieri e oggi? Qualcosa è rimasto, si gioca sempre in undici ma come gioco dipende. I giovani non hanno visto il calcio di una volta che era più combattuto, c'era più azione, era più emozionante. Oggi è noioso".

 

Mister, cosa ne pensa di Benitez?

"Si comporta bene. Ha vinto dei trofei che sono i suoi biglietti da visita".

Lo consideri l'allenatore giusto per il Napoli?

"Non lo so, ma è un ottimo allenatore".

 

Cosa manca al Napoli?

"In una grande società non manca nulla, bisogna prendere qualcosa che manca all'organico e non a casaccio. Nel calcio si può anche sbagliare. Il Napoli ha fatto ottimi affari ma ha anche sbagliato. Vargas per me è un ottimo giocatore".

 

Dei giocatori del Napoli di oggi, chi gli sarebbe piaciuto allenare?

"Chiunque, ho allenato tanti giocatori. Un allenatore non deve guardare in faccia ma in campo".

 

Chi, quando ha allenato lei, non è stato all'altezza?

"Le sorprese ci sono sempre. I giovani hanno tempo per migliorare e c’è chi va indietro".

 

Le piace Jorginho?

"Per quello che ho visto si, ma non più di tanto".

 

 

 

Redazione

 

(Riproduzione Riservata ®)

Avviso: I campi marcati con l'asterisco sono obbligatori.

Annella Prisco, testimonial di Premio Città-Futuro, rilascia un'intervista

 

 

Premio Città-Futuro. 12 Luglio 2014, ore 9.30 del mattino. La sala non ancora gremita di persone, il ricercatore Vito Pignatelli, ENEA, che "ritocca" con meticolosa maestria e professionalità la sua Power Point, ed il mio pensiero rivolto ad Annella Prisco, Funzionario della Regione Campania, Settore Cultura e Spettacolo, dallo staff invidiabile. Un Dirigente che approva la sua scelta, quella di essere testimonial di "Inventa la tua città ecocompatibile, Premio Città-Futuro, I edizione", il concorso che lega sostenibilità ambientale a "dis-abilità", termine non amato da molti ma in certi casi l'unico utilizzabile, senza falsi moralismi ed ipocrisie.

 

Eccola lì, Annella, con la sorella, precisa e puntuale come sempre, magari con mille altri pensieri in testa, tra un impegno istituzionale ed un altro, eppure sorridente e pronta a sostenere e appoggiare ogni evento della manifestazione, come solo una donna abituata a ciò sa fare.

 

Moralità, correttezza professionale, onestà intellettuale. Queste le tre doti che mi hanno spinto, osservandola dall'alto come un'aquila, a richiederle di essere rappresentante e colei che sapesse meglio incarnare i valori del Comitato Organizzatore Volla Music Festival, co-organizzatore, insieme al portale NeWage - il primo a livello europeo accessibile a ciechi, ipovedenti e sordomuti che si occupasse di Green Energy e New Economy - della kermesse.

 

Prima in tutto, e, stavolta, anche nel rilasciare la sua intervista, che viene riportata integralmente, in esclusiva per NeWage.

Annella Prisco, alla Fiera di Atripalda, a cui mi ha accompagnato con gioia
Annella Prisco, alla Fiera di Atripalda, a cui mi ha accompagnato con gioia

Lei segue come testimonial di Premio Città-Futuro il percorso dell'intera manifestazione indetta dalla Direttrice Editoriale Lidia Ianuario (n.d.r.: me medesima). Quali sono i progressi che ha riscontrato?

 

Sicuramente ci sono stati dei progressi, soprattutto nel creare un intreccio tra argomenti più tecnici con argomenti di taglio culturale. Efficace anche la scelta dei relatori che di volta in volta danno un contributo con tematiche di ampio respiro, quindi la consapevolezza di un percorso eclettico e non ancorato a concetti settoriali, e come tale capace di stimolare l'interesse dei partecipanti.

 

2) Come crede la Regione Campania possa aiutare a promuovere tutti gli interessanti eventi?

 

La Regione Campania deve sicuramente contribuire a dare una maggiore visibilità alle varie iniziative, con possibili locandine e con comunicati mirati da diffondere a ridosso dei vari appuntamenti in programma.

 

Nel Suo interessante intervento alla Tavola Rotonda che si è tenuta sabato ha precisato con determinaizione che fondamentale è l'impegno sia delle istituzioni quanto dei cittadini. Come crede possano essere coinvolti questi ultimi?

 

Il coinvolgimento dei singoli cittadini è importante, perchè oltre all'impegno delle istituzioni è fondamentale che ogni singola persona venga sensibilizzata a rendersi protagonista per un'immagine sempre migliore del proprio territorio, con progetti personali o di gruppo.

 

Infine, "facendo un quadro della situazione", a Milano ci sarà un altro convegno. Cosa crede faccia la differenza tra i due modelli di sviluppo, da un lato la Campania e dall'altro la Lombardia?

 

Ritengo molto importante il suo, programma, Ianuario, di esportare il progetto anche in altre Regioni, proprio per conferire al percorso un'impronta non solo locale, ma aprendosi al confronto con altri territori.

 

Essenziale, concreta, sintetica, come le sue parole, nonché le sue attività culturali. Con la speranza che, emulando queste personalità, tali iniziative possano sempre annoverare maggiori cittadini.

 

E tu, cosa aspetti a conoscerne le iniziative?

http://www.premiocittafuturo.blogspot.it

 

I Mondiali come memoria storica?

 

Era un grido di appartenenza, la canzone che così ricordano tutti :"Maradona è meglio di Pelè", napoletani e non. Dalla sua terra, l'Argentina, un grande ricordo, per porsi una domanda fondamentale: il calcio riesce ad essere esempio di memoria storica?

 

 

Chi si sarà dimenticato del pallone di cuoio ad esagoni bianchi e azzurri con la sua firma o altri gadget in vista dello scudetto? E quali trattative ora sono in corso per cedere calciatori tra il Napoli e l'Argentina? Ecco forse perché camminando per le strade della famosa e variopinta città partenopea non si sente altro che :"Tifo per l'Argentina", senza dimenticare che la Germania, con le Guerre Mondiali, ha inflitto ferite non poco profonde nel Popolo napoletano. E la Merkel? Tutto, insomma, va contro gli Ariani, stasera.

 

Così, tra uno spuntino e l'altro, una birra semmai belga invece che tedesca e un putipù o una trombetta, i partenopei si accingono a seguire la partita, mentre mescolando sacro e profano qualcuno dice che questa è una partita anche religiosa, visto che son rappresentati ben due Papi.

 

Di tutto, di più, attendendo il match che sarà in onda sulle reti italiane nazionali a breve.

 

E voi, per chi tifate?

 

Lidia Ianuario

(Riproduzione riservata ©)

 

Commenti: 0 (Discussione conclusa)

    Non ci sono ancora commenti.

L'ambiente come risorsa economica

Al Comune di Napoli NeWage invita l'Ordine dei Giornalisti a confrontarsi

 

Napoli, 25 Giugno 2014 - Non si arresta l'informazione "verde" proveniente dal portale NeWage, tutt'altro che sito di corrente olistica, che, da Sud a Nord, ha lasciato il segno in tutta Italia, fino alla Regione Lombardia, presso cui sarà organizzato un convegno a Settembre. "Sono fiera di essere napoletana, la capitale del Regno delle Due Sicilie - commenta la Direttrice Editoriale Lidia Ianuario - ma i miei interlocutori, coloro che sono in grado di apprezzare i miei progetti, sono nella zona settentrionale, dove è radicata l'imprenditorialità, la professionalità, l'organizzazione". Eppure la trentacinquenne esperta di comunicazione, già alle prese con una nuova esperienza, seguita all'estero, quale http://pianetanewage.altervista.org, mira a trasferire i valori dell'educazione alla sostenibilità ambientale anche a Napoli, la terra in cui è nata e vissuta. Lo farà sabato 12 Luglio con un seminario dal titolo "L'ambiente come risorsa: amianto, rifiuti pericolosi ed effetti sull'economia regionale. La stampa come mezzo di incentivazione al turismo", presso l'Antisala dei Baroni, sita nello storico ed antico Maschio Angioino, a Piazza Municipio, Napoli. Una giornata in cui i lavori sono davvero pieni di stimoli per la platea, costituita non solo dagli addetti, quale la stampa e l'Ordine dei Giornalisti della Campania, ma anche i liberi cittadini, semplicemente accreditandosi a tale indirizzo di posta elettronica: redazionenewage@gmail.com. Un modo per lasciare il segno, suddividendo il tempo in due momenti principali, attraverso un iter che vuole dare un segno di speranza per tutto il comparto agroalimentare e il settore turistico-ricettivo alberghiero, grazie alla presenza di numerosi attori e spettatori, senza dimenticare il valido intervento del Professore Franco Ortolani, ordinario alla Federico II, nella Facoltà di Geologia, l'Architetto Marino Fiasello, commissario straordinario della Provincia La Spezia nonché Presidente dell'Associazione Ambientevivo, e l'Ingegnere Luigi Caliendo, Presidente del Progetto Energia Zero, associazione di liberi professionisti. Un calendario vasto, data la presenza istituzionale del Sindaco Luigi de Magistris, del Vicesindaco, dell'Assessore al Turismo Nino Daniele, oltre alla gradita presenza, anche se non fisica, della Regione Campania, nella presenza di Annella Prisco, Settore Cultura e Spettacolo, testimonial di Premio Città-Futuro, di cui il bando è consultabile qui: https://www.facebook.com/events/1433026780252186/?fref=ts. Una manifestazione importante per dimostrare che, la vera "bufala", è quella di una stampa allarmista che, senza dati alla mano, in cerca di scoop, crea un clima di poca fiducia nel prodotto campano, in particolare nella mozzarella. Per comprendere, anche grazie alla presenza del Consorzio della Mozzarella DOP, che - al di là dei rifiuti - la nostra Terra Felix può ancora ritornare al suo splendore.

 

 

 

Ufficio Stampa Premio Città-Futuro

Agenzia di comunicazione ELLEI

338.31.963.57 - 346.51.073.57

redazionenewage@gmail.com

http://premiocittafuturo.blogspot.it

https://www.facebook.com/www.ellei.org?ref=ts&fref=ts

Commenti: 0

  • loading

What's our focus?

 

 

Conferenza stampa alla Camera dei deputati - Premio Città-Futuro

Francesco Paolantoni, testimonial d'eccezione di Premio Città-Futuro

Giuria come esperta del settore informazione e comunicazione - Moda & Fashion

 

"Il mondo

puoi guardarlo

da diverse prospettive

sfumature dal bianco al grigio,

o diverse tonalità di colore;

l'importante è dal tuo punto di vista

guardare in faccia la realtà

senza paura

sorridere e sperare

con la memoria storica

in una città a misura d'uomo. Iscriviti a Premio Città-Futuro."

 

Ringraziamo tutti i nostri lettori per averci seguito - da ottimi consumatori critici consapevoli - finora.

 

NeWage sarà sfogliabile, nella nuova versione, solo in lingua inglese, online, al seguente indirizzo:

 

pianetanewage.altervista.org

 

Su questo portale rimarranno solo i comunicati stampa e qualche articolo di natura economico-giuridico-tributario, nonché le due nuove sezioni:

 

l'una, inerente la scrittura creativa, "Green writers", per scrivere un racconto ad infinite mani ed autori; l'altra, "NeWage Corner", per raccogliere le petizioni inviate alla redazione attraverso l'apposito formulario.

 

Invitiamo inoltre tutti coloro che amano lo spam, che viene direttamente cancellato... a considerare che:

 

verba volant, scripta manent.

 

Ci riserviamo di contattare la Polizia Postale e delle Telecomunicazioni.

 

Lidia Ianuario

Direttrice Editoriale NeWage

 

La Redazione

Commenti: 2

  • loading
  • #2

    patrizia l'astorina (domenica, 29 giugno 2014 09:38)

    non so che dire, idea innovativa, ed estemamente gradita

  • #1

    john soft (giovedì, 19 giugno 2014 08:50)

    Innovative ideas by the peoples for Eco friendly clothing and in use of wonderful designs. Everyone want to be eco friendly clothes. It's really nice.......!