Disabili, Telepass e Ztl

Disabilità e mobilità stradale: un binomio da sempre problematico. È per questo che la onlus Diritti Diretti ha chiesto una mano ad Autostrade per l’Italia S.p.A.

Tutti conoscono il contrassegno di cui sono dotate le automobili delle persone disabili; un contrassegno che permette loro agevolazioni, tra cui la possibilità di parcheggiare in zone altrimenti interdette.

Ma queste facilitazioni riguardano quasi esclusivamente il comune di residenza: le difficoltà, infatti, aumentano a dismisura quando si tratta di spostarsi.

Le peggiori sono quelle burocratiche: si pensi al problema della Ztl: una persona disabile che si sposti dalla zona di residenza ha l'obbligo, per poter attraversare una strada a traffico limitato, di inviare ogni qualvolta i dati personali, nonché quelli del veicolo, alla Polizia Municipale.

Per questo motivo Diritti Diretti, che da anni opera a favore delle categorie svantaggiate, anche all’interno del progetto “Turismo per tutti”, ha chiesto ad Autostrade un punto di incontro, che preveda facilitazioni tecnologiche.

La onlus ha inoltre deciso di cercare partner che finanzino il progetto.

A giorni si dovrebbe sapere qualcosa di certo.

 

Roberta Isceri

Scrivi commento

Commenti: 0