Scoperta la proteina che riduce le infiammazioni

Un gruppo di ricercatori dell'Università Northwestern di Chicago ha appena scoperto una proteina, chiamata Pop3, in grado di rilanciare l'offensiva contro i virus che attaccano le cellule.

 

Queste, non appena rilevano la presenza di un Dna estraneo, si allarmano grazie alla presenza dell'AIM2-like inflammasome,

un sensore che, attivandosi, produce a sua volta la reazione dei macrofagi, sorta di polizia immunitaria.

 

Azioni e reazioni che producono un vero bombardamento cellulare, moderato però dalla citata proteina (Pop3): Christian Stehlik e colleghi hanno infatti studiato il suo funzionamento, fotografandolo in diretta in un topo transgenico creato appositamente. Pare che la molecola funga da morderadrice, riducendo l'infiammazione e riportando i tessuti alla normalità.

 

A cosa serva la scoperta è presto detto: alla produzione di antivirali e antinfiammatori di nuova generazione, che non riducano il potere delle difese immunitarie.

 

 

La scoperta degli studiosi è stata pubblicata sulla rivista Nature Immunology.

 

Roberta Isceri - 3478526506

(Riproduzione Riservata®)

Scrivi commento

Commenti: 0