PALLANUOTO – CAMPIONATO DI SERIE B

 

PLAYOUT, MIRACOLO RARI NANTES: BATTE IL MODUGNO E SI SALVA

La Cargomar rimonta 4 gol nel finale e vince ai rigori, Marsili: “Grazie ai ragazzi”

 

Gp Modugno-Cargomar Rari Nantes Napoli 16-17 dtr

 

Gp Modugno: Orsi, Sifanno, Pascazio, Ficarelli, Diegone, Lorusso, Longo, Concina, Caringella, Corallo, Del Core, Diana, Sassanelli. All. Carbonara

 

Cargomar Rari Nantes Napoli: Vassallo, Casieri, Nina, Truppa, Severino, Paganelli, Giamundo,

Ciniglio, Gregorio, Mattiello, Autiero, Cantarelli, Montesano. All. Marsili

 

Arbitri: Luciani e Riccitelli

 

Bari – L'onore è salvo. La Cargomar Rari Nantes fa sua gara-3 dei playout salvezza ed evita l'onta della retrocessione in C. All'ultimo rigore, all'ultimo respiro, all'ultimo palpito di una stagione che definire tribolata è dir poco. Si arrende il Modugno, piegato davanti ai suoi tifosi al termine di una maratona protrattasi, come in gara-1, fino alla lotteria dei penalties. Fa festa, invece, il popolo della Rari, strettosi attorno ad Elios Marsili e ai suoi ragazzi nella gara più delicata della sua storia recente.

 

Salvezza legittima, meritata, strappata coi denti dal team napoletano che ad un certo punto della gara, ad inizio del quarto periodo, si è ritrovato sotto di quattro gol dopo aver chiuso a -3 il terzo. Nel momento più difficile è venuto fuori il carattere, la voglia di non mollare mai ed anche un pizzico di sana incoscienza che ha spinto a giocate clamorose e ad una rimonta epica. Parità raggiunta in extremis (12-12), poi i rigori ed una incredibile serie di 5 reti su 5, dopo i tantissimi errori in regular season. Di Severino il penalty decisivo, dopo che il Modugno aveva colto un palo. Poi la festa, macchiata da un principio di rissa – per fortuna senza conseguenze – con alcuni avversari delusi per l'esito della gara, che ha reso necessario l'intervento delle forze dell'ordine.

 

“In avvio eravamo troppo nervosi, non ci aspettavamo un Modugno così aggressivo, così diverso dalle precedenti partite”, commenta il tecnico della Cargomar, Elios Marsili. “Il recupero a sorpresa di Sassanelli, giocatore di categoria superiore, ci ha creato problemi in attacco e in difesa. Abbiamo stentato a prendere le misure, abbiamo visto il baratro quando siamo andati sotto di 4 ad inizio quarto tempo. Probabilmente a quel punto il Modugno ha creduto di aver già vinto, noi invece abbiamo sempre creduto alla rimonta. Ringrazio uno per uno tutti i miei ragazzi, hanno tirato fuori l'orgoglio e dato tutto quello che avevano. Hanno rimesso in sesto la partita e poi l'hanno vinta ai rigori. Sarebbe stato ingiusto retrocedere senza aver perso neppure una gara in questa serie”. Quindi una precisazione e un auspicio: “Lo scambio di colpi a fine gara è stata una scena che non avremmo mai voluto vedere. Siamo stati provocati per tutta la partita ed anche al termine. Ad ogni modo, in questo momento mi sento di rivolgere un appello alla mia società: non so se sarò l'allenatore della Rari Nantes anche in futuro, ma dobbiamo fare qualcosa. Non esiste, per un circolo come il nostro, salvarsi all'ultimo rigore in serie B. Bisogna tornare a lottare per il vertice”.

 

Soddisfazione e volontà di programmare un futuro più consono alla gloriosa tradizione della Rari Nantes anche nelle parole del Delegato allo Sport Paolo Caccese: “Grande impresa, ma non possiamo buttare a mare 111 anni di storia, 5 scudetti e la vera storia del Settebello italiano vivacchiando in serie B. Da domani parte il Natale della Rari Nantes. Tre parole: programmazione, coinvolgimento, realizzazione. Chi vuole bene alla Rari è pregato di farsi avanti”.

 

 

Rino Dazzo

(Riproduzione riservata ©)

 

 

Sport per disabili: cosa sono

 

I disabili, o diversamente abili, sono tutti quegli individui che, a causa di una o più menomazioni, fisiche, psichiche o sensoriali, stabilizzate o progressive, hanno una ridotta capacità di interazione con l’ambiente sociale rispetto a quelli che sono considerati normali, o normodotati, e quindi sono meno autonomi nello svolgere le attività della vita quotidiana. Nel mondo dello sport, a partire dagli anni venti del secolo scorso, si è registrato un sempre maggiore interesse nei confronti delle persone disabili che da più di 60 anni gareggiano ogni 4 anni, sia d’estate che d’inverno, in quelli che vengono chiamati Giochi Paraolimpici (Giochi Olimpici per persone diversamente abili). Lo sport per atleti con handicap è diviso in tre categorie principali: quella per i sordi, quella per i disabili fisici (categoria nella quale sono inclusi anche gli ipovedenti e i ciechi) e quella per i disabili psicomentali. Le competizioni sportive internazionali per i diversamente abili iniziano nel 1924 con i Giochi Silenziosi di Parigi. Nel 1948 il medico inglese Ludwig Guttmann, nell’ambito delle sue funzioni professionali, decide di promuovere lo sport come metodo principale di terapia, per dare ai suoi pazienti un fisico forte e incrementare il loro rispetto di sé stessi. Dal 1952 organizza poi i cosiddetti Giochi di Stoke Mandeville per disabili che,  su proposta ed assieme all'italiano Antonio Maglio, porta a Roma nel 1960 (anno dei Giochi Olimpici svoltisi nella capitale italiana) con il nome di Giochi Internazionali per Paraplegici, divenuti poi nel 1984 Giochi Paraolimpici. La prossima città sede di questi giochi, che si svolgeranno dal 5 al 21 agosto 2016, è Rio de Janeiro. Tra i partecipanti ci sarà anche il neo campione del mondo di scherma in carrozzina, il palermitano William Russo, che ha conquistato la seconda medaglia iridata nei giorni scorsi, a Catania. Proprio in previsione dei prossimi giochi, l’atleta italiano, il prossimo fine settimana, sarà presente al “Paralympic Week – End”, un evento sportivo organizzato nel comune di Isola delle Femmine (PA) con il patrocinio degli assessorati regionali alla famiglia e politiche sociali e allo sport, in collaborazione con il Comitato Italiano Paralimpico e le Acli. Fra i protagonisti sportivi, oltre a William Russo, ci saranno la formazione Aquile Palermo di weelchair, Veronica Floreno e Antonino Lisotta, atleti di tiro con l’arco e Giovanni La Mattina, atleta paralitico di tennis tavolo.

 

Letizia Ummarino

(Riproduzione riservata ©)

 


Pasquale Ammendola, Bronzo ai Campionati Italiani Juniores di Karate, si racconta con la madre


Buona sera, Pasquale. Oggi celebri una data importante, il Bronzo ai Campionati Italiani Juniores. Cosa rappresenta per te questo risultato? Questa medaglia è un risultato importante ma spero sia solo l'inizio di una lunga serie.

Lo consideri una tappa importante di un percorso o la fine di un duro allenamento? Una tappa importante di un percorso fatto di allenamenti e costanza.

Lei, Signora, che ne è la madre, come giudica l'impegno di Suo figlio nello sport, in particolare agonistico? Per me l'impegno in questo sport è positivo perché migliora se stesso e a livello agonistico non bisogna pensare solo al successo, ma ad essere umile e ad avere rispetto per tutti.

Crede che Suo figlio dedichi altrettante ore alle altre attività, quali lo studio, il tempo libero, gli amici, la famiglia e così via?Si, Pasquale è un ragazzo che si dedica alle altre attività con altrettanto impegno.

Pasquale, se potessi definirti con tre aggettivi prima di iniziare a praticare Karate, e dopo, quali useresti? Prima: costante, deciso, volenteroso. Dopo: caparbietà, umiltà,

Da quanti anni lo pratichi? Da quando avevo 6 anni, quindi da 11 anni.


Immagini la tua vita senza il Karate? No,perché anche se ho avuto periodi senza vittorie non ho mollato cercando di raggiungere sempre i miei obiettivi, anche quando non ci riuscivo.

Prova a descrivere la tua vita  tra 15 anni. Come la ipotizzi? Posso ipotizzare la mia vita immaginandomi sempre una persona legata al favoloso mondo dello sport così come i miei maestri si dedicano costantemente a me e ai miei compagni di palestra, trasmettendoci valori fondamentali che servono nella vita.


Pasquale Ammendola è un giovane studente diciassettenne, con ottimi voti a scuola, seguito dalla sua famiglia, allenato nell'A.S.D. Champion Center di Scampia dal Maestro Massimo Portoghese e dall'istruttore Giovanni Casaburi.


Dalle sue parole trapela quell'insegnamento che - bisogna soffermarsi sul senso profondo delle stesse - non ha bisogno di ulteriori commenti.


Guardo Pasquale, gli sorrido, e pronuncio una frase semplice :"Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo" (cit.: Mahatma Gandhi). Lui mi ascolta, abbraccia la sorella, e qualcosa si trasforma dentro me...


Pasquale Ammendola e la sorella. Articolo a cura di Lidia Ianuario (Riproduzione riservata (c)).
Pasquale Ammendola e la sorella. Articolo a cura di Lidia Ianuario (Riproduzione riservata (c)).

LA GUERRIERO LUVO ARZANO MARCIA SU ROMA

Caliendo: Coroniamo con un successo la fine della stagione regolare

 

 

Trasferta in casa dell'ultima della classe per la Guerriero Luvo Arzano che domani pomeriggio alle ore 16 scenderà in campo in casa della Volley Group Roma. La gara, valida per la 26a giornata del campionato di serie B1 femminile sancisce la fine della stagione regolare, ma soprattutto farà registrare il ritorno della squadra del presidente Raffaele Piscopo ai playoff promozione per l'accesso alla serie A2. Ancora vivo negli occhi degli sportivi la fantastica cavalcata di due stagioni fa che condusse la Guerriero Luvo Arzano a giocarsi la finalissima con il Gricignano, quest'ultima poi promossa nella categoria superiore.

Un premio importante per la squadra di Nello Caliendo che nonostante le tante difficoltà della stagione è riuscita a scalare la classifica centrando il traguardo. In caso di contingenze favorevoli (ad esempio una vittoria corsara del Latina in quel di Palmi senza ricorrere al quinto set) concomitante con un identico risultato delle arzanesi potrebbe anche fare scattare il ritorno in seconda posizione.

Facile anche l'impegno del Cutrofiano che ospita il San Vito Brindisi mentre Terracina aspetta Montella. Per Maglie invece, che riposa, il campionato è già finito.

Sulla gara in casa del Volley Group Roma ecco il pensiero di coach Nello Caliendo: “Gare come questa vanno affrontate con il massimo della concentrazione. Anche il fatto che è ancora in ballo il secondo posto deve spronare la squadra a dare il massimo per cercare di fare gruppo il più possibile e prepararci ad affrontare i playoff nel migliore dei modi. Siamo all’ultimo chilometro e siamo tutti chiamati a dare il massimo”.

 

 

 

UNDER 16 - Le giovani della Guerriero Luvo Arzano cominciano ad Agropoli le fasi regionali del campionato Under 16. Le ragazze guidate da Antonio Piscopo hanno tanta voglia di fare bene e  tenteranno il tutto per tutto pur di regalare alla gloriosa società di appartenenza un nuovo alloro. La prima fatica è in programma domani (sabato) alle ore 19 al Palagreen. La struttura di Agropoli, una delle perle del Cilento, ospita la manifestazione nella sede di via Piano delle Pere.

Ad opporsi all'ingresso in finale delle arzanesi c'è il Project Pontecagnano. Chiaro l'obiettivo delle arzanesi, centrare l'ingresso all'ultimo atto della manifestazione. Apre la serata la gara Corpora Aversa contro Pallavolo Battipaglia. 

A Tutto Volley 
Questa sera alle 20:00 su Lunasport (canale 114 del DT) in onda un nuovo appuntamento della terza stagione del programma dedicato al volley campano. In studio il vicepresidente della Corpora Aversa, Raffaele Petrarca, il direttore sportivo del Volalto Caserta, Pasquale Moschetti, e il presidente della Fipav Napoli, Umberto Capolongo. In studio, i ragazzi del Volley Cellole freschi trionfatori nel campionato di serie D maschile.   

Torna "A Tutto volley", il  programma sportivo prodotto da Lunasport in collaborazione con il CR della Fipav Campania, interamente dedicato alla pallavolo campana. Questa sera alle 20.00 su Lunasport (canale 114 del DT) andrà infatti in onda un nuovo appuntamento della terza stagione televisiva del format ideato e condotto dal giornalista Nicola Alfano assistito in redazione da Antonella Manfellotto. In questo A Tutto Volley parleremo di A2 femminile e dei verdetti emessi dalla regular season con Corpora Aversa (ai playoff promozione) e Volalto Caserta (retrocessa) a rappresentare i due rovesci della stessa medaglia. Poi solita carrellata di info e risultati sui fronti B1 maschile, B1 femminile e B2. 

Questo e tanto altro sarà "A Tutto Volley", la pallavolo campana, torna in tv. Oltre alla messa in onda di questa sera e domani sera alle h 20.30, sarà possibile rivedere A Tutto Volley  venerdì alle 7.30 e alle 20.30 su Lunasport (canale 114 DT). Inoltre sarà possibile rivedere A Tutto Volley anche su TvLuna Caserta (canale 95 DT) il giovedì alle 23. Infine ricordiamo che è possibile seguire la trasmissione in diretta streaming collegandosi al sito www.lunaset.it o scaricando l'applicazione "LunasetGo" che consente a tutti di portare i canali del gruppo Lunaset in tasca sul proprio tablet o smartphone.

Lidia Ianuario

FANTASTICA GUERRIERO LUVO ARZANO, AFFONDA CATANIA

 

 

MESSAGGERIE STRANO CATANIA 0

GUERRIERO LUVO ARZANO 3

(18-25; 20-25; 22-25)

MESSAGGERIE STRANO CATANIA: Oliva 16, Salamone 5, Avenia 8, Morfino 4, Scirè 4, Foscari 1, Barbagallo (L), Camarda 4. Non entrate: Todaro, Escher, Sfogliano. All. Scavino

GUERRIERO LUVO ARZANO: Campolo 10, Ammendola 3, Rinaldi (L), Cozzolino 2, Vinaccia 13, Lauro 14, Maresca 8. Non entrate: Del Vaglio, Di Vario, Russo M., Postiglione, Amitrano, Pinto.

Arbitri: Sodano e Ferrise

NOTE. Durata set: 25’; 31’; 28’. Battute sbagliate Catania: 3. Battute sbagliate Arzano 8. Battute punto Catania: 7; Battute punto Arzano: 4. Spettatori 250 circa.

PEDARA – Guerriero Luvo Arzano grintosa e vincente. Le ragazze di Nello Caliendo regalano un altro pomeriggio di emozioni al pubblico del volley espugnando senza tanti problemi il campo della Messaggerie Strano Catania.

Una gara temuta alla vigilia visto che su questo campo hanno lasciato le penne tutte le big del girone. “La pressione con la quale da qualche settimana stanno scendendo in campo ha finito con l’esaltare questa squadra –racconta soddisfatto il tecnico a fine partita- sono state tutte veramente brave”.

Chiaro però che le padrone di casa non hanno regalato niente: “Hanno fatto la loro partita ma si sono scontrate con la nostra grinta. L’assenza della Escher ha compensato quella della Russo. Grande merito a noi, perché giocare fuori casa con l’assillo di dovere fare risultato pieno non è facile. Brave le ragazze siamo in una situazione dove non si può sbagliare, giocare sempre con la pressione addosso che appena sbagli vieni scavalcato ci costringe a fare bene”.

In attesa di conoscere i risultati del resto del girone, uno sguardo al calendario che sabato prossimo oppone, sempre alle 17, le ragazze di casa al Siracusa, una delle peggiori formazioni del girone.

Le note liete non finiscono con la prima squadra. La formazione UNDER 18 ha guadagnato il diritto a disputare la finale provinciale eliminando il Centro Ester. Dopo aver vinto in trasferta, le ragazze di Antonio Piscopo e Gianpaolo Marino hanno bissato il successo superando con il medesimo 3-1 le rossoblù anche nella partita di ritorno. Nell’ultimo atto ad attendere le arzanesi ci saranno le eterne rivali del Nola.

Un’impresa che cresce di valore se si pensa che quest’anno l’Arzano ha prestato ben cinque elementi al Pontecagnano ed ha affrontato il torneo con ragazze giovanissime (solo tre le ’97 in campo) e con la collaborazione di un solo prestito dal Molinari.

Tempo di finali anche per l’Under 16 che nel primo pomeriggio di lunedì cercano il titolo provinciale affrontando a Ponticelli il Futura Volley. 


lIDIA IANUARIO

GUERRIERO LUVO ARZANO, BIG MATCH A CATANIA
Coach Caliendo carica le sue: "In campo per fare gioco e spettacolo"


Ritorna sotto i riflettori la Guerriero Luvo Arzano. Dopo la sosta pasquale il campionato del team di Nello Caliendo riprende con una trasferta davvero scomoda.
Alle arzanesi tocca il difficile compito di scendere tutto lo stivale e traghettare fino a Catania. La gara in casa del Messaggerie Strano è davvero di quelle che si devono preparare con il massimo dell’attenzione.
La squadra siciliana ha disputato una buona stagione ed ha tutte le carte in regola per mettere in difficoltà la squadra della provincia napoletana.
"Tutte le big che sono andate a giocare su quel campo -spiega il tecnico Nello Caliendo- sono tornate a casa a testa bassa. Anche per noi non sarà facile giocare su quel campo. La Messaggerie Strano Catania è ancora in corsa per un posto nei playoff e sicuramente cercherà di metterci in difficoltà. L'impegno non ci spaventa, abbiamo lavorato sodo e l'affronteremo dando il massimo in campo".
Chiaro che il compito di Campolo e compagne è quello di mettere in difficoltà le padrone di casa e fare bottino pieno per continuare la corsa verso i playoff promozione: "Abbiamo un punto in più della terza in classifica è chiaro che dobbiamo accumulare quanto più è possibile senza dimenticare che nel penultimo turno di campionato saremo noi a riposare".
Questa settimana lo stop tocca al Siracusa, mentre la capolista Cisterna di Latina ha una trasferta altrettanto impegnativa in casa del Cutrofiano. La speranza del team di Arzano è che la capolista, ormai lontana nel punteggio, riesca ad espugnare il campo delle pugliesi impedendo loro di raggranellare altri punti importanti. Turno interlocutorio per il Montella che aspetta l’arrivo della Dannunziana Pescara. 

"Sicuramente scenderemo in campo onorando l'impegno -conclude Caliendo- per portare a casa un risultato positivo".

LIDIA IANUARIO
Benitez stanno venendo al pettine. Questa squadra prende troppi gol e manca di personalità. I giudizi su questo Napoli dipenderanno da quanta strada sarà fatta in Europa League”.

Non molla la zona Champions il capitano del primo scudetto azzurro, Beppe Bruscolotti: "Ci sono ancora tante partite per provare la rimonta. Il Napoli ha il dovere di provarci fino alla fine al di là di quello che sarà il cammino in Coppa Italia ed Europa League".

Il giudice del tribunale di Napoli, Nicola Graziano, non crede che sia giusto parlare di programmi o tabelle di marcia: "Per quello che è lo stato di forma di questo Napoli, credo che sia nocivo ed inutile guardare al di là della sfida con la Lazio di Coppa Italia. Andiamo avanti partita per partita e poi tireremo le somme". 

Dal Punto Snai di Piazza Nazionale a Napoli, Peppe Accardo, Mary Boccia e Riccardo Sorrentino hanno fornito le ultimissime su quote e “coincidenze astrali” in riferimento ai prossimi impegni degli azzurri tra campionato, Coppa Italia ed Europa League.


A fare da contorno al dibattito ci hanno pensato, come di consueto, il dj Soriani con i suoi stacchetti, le gag di Lino D’Angiò, Sasamen, dei Chiattoni Animati, dello streaker Marcello Giuliano, i balletti di Maria Adamo, e i raffinati momenti musicali del gruppo rivelazione dell'anno "Trio Jazz di Walter Ricci". 

PALLANUOTO CAMPIONATO DI SERIE B


RACES RARI NANTES NAPOLI, PUNTO D'ORO A MESSINA

Cus Unime raggiunto sul 10-10, Marsili: “Riscattata la prova con l'Ossidiana”


Cus Unime Messina-Races Rari Nantes Napoli 10-10


Cus Unime: La Tona, Sollima 1, A. Naccari 1, De Francesco 1, Arcovito, Trocciola 4, Sablone, Rappazzo, Lanfranchi 1, F. Naccari, Manna 1, Antonuccio, Frisone 1. All. S. Naccari


Rari Nantes: Rotondo, G. Perna, Acunzo, Rivellino, R. Perna 2, Ciniglio, Marlino 6, Severino 1, Printsios, Busiello, Mollo, Talamo 1. All. Marsili


Arbitro: Lombardo

Note: parziali 3-1; 2-2; 4-3; 1-4.


Una Races Rari Nantes indomita e pimpante porta a casa un pareggio prezioso dalla seconda gara di campionato giocata a Messina. Gli uomini di Marsili raggiungono la quotata Cus Unime sul 10-10 a 13 secondi dal termine grazie all'ennesima prodezza dell'eroe di giornata, Marlino, autore addirittura di sei gol. Un punto che fa morale ed anche classifica per il sette napoletano, dopo la mazzata della sconfitta incassata il giorno precedente contro l'Ossidiana.

Anche nel match con la Cus Unime, formazione al terzo posto in classifica ed in lotta per i playoff, la Races parte col freno a mano tirato. I siciliani chiudono il primo tempo in vantaggio di due gol (3-1) e si mantengono saldamente al comando anche al termine del secondo (5-3). Nel terzo, poi, Trocciola (a segno in quattro circostanze) fa lievitare ancora il gap in favore dei padroni di casa, che in apertura di quarto periodo si portano anche a +4 (10-6). Finita? No, perchè negli ultimi minuti di gioco si vede in vasca la vera Rari Nantes. La difesa diventa finalmente ermetica, in attacco invece ci pensa soprattutto Marlino, mancino scatenato e immarcabile. La clamorosa rimonta diventa realtà nel finale ed il punto conquistato con le unghie contro i forti peloritani di Sergio Naccari può esser festeggiato come una vittoria da tutto il gruppo biancoceleste.

Me l'aspettavo una reazione del genere, ci abbiamo messo l'orgoglio, il cuore, tutto quello che avevamo”, sottolinea a fine gara il tecnico partenopeo Elios Marsili. “Il fatto di aver giocato subito dopo il ko con l'Ossidiana ci ha aiutato, se fossimo scesi in acqua dopo Pasqua probabilmente avremmo perso. Nonostante le difficoltà, anche di formazione, ci abbiamo creduto fino all'ultimo. Ho rivisto finalmente la 'solita pazza Rari', quella che non molla mai, che ci crede sempre, che lotta con le unghie anche quando sembra finita. Abbiamo dimostrato a tutti, in primis a noi stessi, che possiamo far risultato anche contro le grandi del girone. Cesport e Acicastello sono avvisate: non c'è nulla di scontato”.

La Races Rari Nantes Napoli, che ha anticipato il match della quarta giornata di ritorno, tornerà a questo punto in vasca sabato 18 aprile alla Scandone contro la Zurich Barbato Cesport per la quattordicesima giornata del campionato di serie B, girone 4.


Risultati e classifiche serie B – girone 4 sono consultabili al link:

http://www.federnuoto.it/discipline/pallanuoto/campionato-b-maschile.html?

view=calendario&fas=59&grn=73&giornata=13

 

Lidia Ianuario


 

 

PALLANUOTO CAMPIONATO DI SERIE B

 

SCONFITTA A TESTA ALTA PER LA RACES RARI NANTES NAPOLI

Troppo forte la Del Bo Aqavion (6-10), Marsili: “Non era questa la partita da vincere”

 

Alla Races Rari Nantes Napoli non riesce il miracolo nel derby con la corazzata Del Bo Aqavion. Troppo più forte la formazione di Coda, meritatamente in testa alla classifica con undici successi in altrettante gare, l'ultimo dei quali a spese dei biancocelesti (6-10), finiti ko ma con onore al termine di un derby deciso, di fatto, dalla partenza a razzo della capolista.

Lo 0-4 di fine primo tempo è il solco che fa la differenza, che incanala subito la gara, che fa prendere al match la direzione sperata dai grigioverdi e temuta dai rarinantini. Un gap figlio della grande solidità degli avversari, ma anche del momento di confusione vissuto dall'arbitro D'Alessio, che per i primi 5' si dimentica di fischiare falli a favore della Races e che per tutta la gara darà poi l'impressione di non essere nella sua giornata migliore, espellendo per proteste (?) coach Marsili e ravvisando finanche una improbabile simulazione da parte di Salvi, lanciato in controfuga. Raggiunto il massimo svantaggio sull'1-8 di metà secondo tempo, la Rari Nantes – se non altro – mostra di avere orgoglio e carattere, rendendo il passivo meno pesante con una parte finale di gara assai positiva.

Le reti di Marlino, Maglitto, Severino e la beduina di Rivellino conferiscono un aspetto più dignitoso alla sconfitta dei biancocelesti, che il tecnico Elios Marsili analizza con serenità: “Complimenti alla Aqavion che ha meritato di vincere, da parte nostra posso solo elogiare la squadra per aver reagito alla grande nelle ultime frazioni. Potevamo incassare tanti gol al passivo, invece abbiamo ricucito un po' lo strappo. L'arbitraggio? Preferisco non parlarne, dico solo che la simulazione nella pallanuoto non l'avevo mai vista”. Nella parte finale del match riscontri positivi da parte di tutti gli uomini della rosa: “Ho concesso spazio a giocatori che di solito impiego di meno, mi fa piacere che abbiano approfittato dell'occasione per dimostrare il loro valore. Non era questa la partita da vincere per noi, anzi nel finale ho iniziato a pensare alla prossima contro il Cosenza, che potrebbe essere determinante. Tra una settimana – conclude Marsili – ci giochiamo tre punti molto importanti”.

 

Tabellino

 

Races Rari Nantes Na-Del Bo Aqavion Na

 

Races Rari Nantes Na: Pirone, G. Perna, Acunzo, Maglitto 2, Rivellino 1, R. Perna, Ciniglio, Marlino 2, Busiello, Severino 1, Salvi, Politelli, Talamo. All. Marsili

 

Del Bo Aqavion Na: Cappuccio, Criscuolo 1, Nina, Truppa 1, Occhiello 3, Ferrone 1, Riccitiello 1, Esposito, Renzuto Iodice, Scalzone 1, Forino, Mattiello 2, Autiero. All. Coda

 

Arbitro: D'Alessio

Note: parziali 0-4; 1-2; 2-2; 3-2. Espulso nel terzo tempo il tecnico della Races, Marsili, per proteste. Ammonito Salvi (R). Spettatori 100 circa.

 

 

Risultati e classifiche serie B – girone 4 sono consultabili al link:

http://www.federnuoto.it/discipline/pallanuoto/campionato-b-maschile.html?view=calendario&fas=59&grn=73&giornata=11

 

Per informazioni

Rino Dazzo

3388726190

rarinantespallanuoto@gmail.com


Redazione

(Riproduzione Riservata©)

 

Guerriero Luvo Arzano, domani derby in casa dell’Acca Montella
Coach Caliendo: Le ragazze sono pronte e concentrate

Derby verità per la Guerriero Luvo Arzano che domani pomeriggio (domenica 22 marzo) alle ore 18 affronta a Cassano Irpino la formazione dell’Acca Montella.
Per la squadra allenata da Nello Caliendo si tratta dell’ennesimo esame di maturità sulla strada che porta ai playoff: “Siamo pronti per affrontare una gara che sulla carta si preannuncia difficilissima. Loro ci conoscono a menadito ed anche noi sappiamo i loro punti deboli. Chiaro che il fattore campo è tutto dalla loro parte, sono sicuro che le mie ragazze sapranno farsi valere”. 
Anche la gara di andata offrì una autentica girandola di emozioni. Le due squadre si affrontarono a viso aperto. Il 29 novembre fu il team della famiglia Piscopo ad imporsi in cinque set. Adesso c’è la grande occasione per conquistare tre punti importanti per continuare la corsa al terzo posto della classifica.
"Loro sono una buona squadra -spiega Caliendo- hanno battuto sul loro campo la prima della classe al tie-break ed hanno dato filo da torcere a tutti. Sarà sicuramente una bella partita".
L’ambiente arzanese è comunque carico: “Abbiamo lavorato sodo tutta la settimana, ci teniamo molto a fare bene –conclude il tecnico della Guerriero Luvo Arzano- e sono sicuro che tutte le ragazze della Guerriero Luvo cercheranno di fare la loro parte con il massimo della concentrazione”.
Trasferta a Siracusa per la capolista Cisterna di Latina mentre il Palmi affronta una breve trasferta in casa delle Messaggerie Strano Catania. 
Alle spalle dell’Arzano c’è sempre il Maglie, staccato di una lunghezza che affronta il Siracusa. Risposa il Cutrofiano di Marianna Maggipinto che occupa la stessa posizione delle colleghe della provincia leccese.

UNDER 14 - Vincendo per 3-0 in gara 1 e per 3-1 in gara le giovani dell'Arzano Volley raggiungono la semifinale provinciale. 
Arriva la prima soddisfazione per un gruppo di belle speranze e dal sicuro avvenire. A questo progetto partecipano anche tre società amiche: l'Alma Mater Pallavolo, il Volley Volla ed l'Uisp Pozzuoli. 

UNDER 18 - L'Arzano Volley "A" vince il girone con 48 punti frutto di 16 vittorie in altrettanti set. Spicca anche lo zero nella casella dei parziali lasciati alle avversarie. La formazione "B" invece si piazza al quarto posto con 30 punti conquistati in 10 gare vinte. Sono 6 le sconfitte.
Risultati ottenuti nonostante cinque atlete sono state prestate alla pari età del Pontecagnano.

Redazione

(Riproduzione Riservata©)

PALLANUOTO CAMPIONATO DI SERIE B LA RACES RARI NANTES NAPOLI SI ARRENDE ALLA CESPORT

 

Nel derby arriva la quinta sconfitta (12-5), Marsili: “In partita fino agli ultimi minuti”

 

Una Races Rari Nantes Napoli coraggiosa e volitiva subisce contro la Zurich Barbato Cesport la quinta partita in altrettante gare, restando l'unica squadra a zero punti del girone 4 di serie B. Sconfitta netta nel punteggio (12-5), che non rende giustizia alla prova dei biancocelesti, privi di Scotti Galletta e Marlino ma capaci di tener testa fino a pochi minuti dal termine ad una formazione costruita per fare a fette il torneo cadetto. Rari Nantes ancora in corsa a inizio quarto periodo e capace di riportarsi a -3 (8-5) dopo essere stata sotto anche di sei lunghezze (8-2).

La svolta, ancora una volta, in una chiamata dell'arbitro: controfuga Races con la possibilità di realizzare il -2, fallo in attacco, situazione che si ribalta all'improvviso e Cesport che può realizzare, quattro contro uno, il gol della sicurezza. Ancora una beffa, insomma, ma stavolta i biancocelesti si tengono lontani da polemiche e veleni. “Per prima cosa vanno fatti i complimenti alla Cesport, che ha vinto meritatamente”, sottolinea Elios Marsili. “Ho detto più volte che questa è una squadra che può giocare tranquillamente in una categoria superiore. Tanto di cappello a loro, per quanto ci riguarda – continua il tecnico rarinantino – il nostro campionato comincia dalla prossima partita. Nelle prime cinque giornate abbiamo incontrato tutte le prime della classe, dalla prossima contro Modugno non ci saranno più scusanti, se saremo ancora a zero vorrà dire che lo avremo meritato”.

Confortanti, comunque, alcune indicazioni offerte dal match con la Cesport: “Siamo rimasti mentalmente in gara fino all'ultimo, anche sotto di sei gol. Questo è lo spirito che voglio vedere, abbiamo mollato solo nelle ultimissime battute. Ora è contro le nostre avversarie dirette che dovremo dimostrare il nostro reale valore”. Serve una vittoria per dare una sterzata alla stagione: “Il nostro è un problema psicologico, sono convinto – conclude Marsili – che dobbiamo sbloccarci per riacquisire un po' di fiducia e riprendere a fare quelle cose che ci riuscivano tranquillamente fino a poco tempo fa”.

 

Tabellino

Zurich Barbato Cesport-Races Rari Nantes Napoli 12-5

Cesport: Cuomo, Russo 3, Mattiello, Begovic 2, Di Carluccio 1, Manzo, Esposito 2, Aiello 1, Porro, Femiano 2, A. D'Antonio 1, D. D'Antonio, Sciubba. All. Rossi

 

Rari Nantes: Rotondo, G. Perna, Busiello, Maglitto 1, Rivellino 1, R. Perna, Marrocco, Ciniglio, Severino 2, Printsios, Acunzo, Politelli, Talamo 1. All. Marsili

Arbitro: Ibba Note: parziali 2-1; 3-1; 3-1; 4-2.

Gara giocata a Santa Maria Capua Vetere per l'indisponibilità della Scandone, riservata ad altro evento sportivo.

Risultati e classifiche serie B – girone 4 sono consultabili al link: http://www.federnuoto.it/discipline/pallanuoto/campionato-b-maschile.html?view=calendario&fas=59&grn=73&giornata=5


Redazione 

(Riproduzione Riservata ©)

A Tutto Volley

 

Questa sera, 10 febbraio, alle 20:30 su Lunasport (canale 114 del DT) in onda il 17° appuntamento della terza stagione del programma dedicato al volley campano.

 

In studio il libero della Volalto Caserta, Federica Barone, il coach della Guerriero Luvo Arzano, Nello Caliendo, e lo schiacciatore della Gis Lirsa Ottaviano, Mario Canzanella. Assisteranno alla trasmissione, i ragazzi della Fenice Club Poggiomarino. Torna "A Tutto volley", il programma sportivo prodotto da Lunasport in collaborazione con il CR della Fipav Campania, interamente dedicato alla pallavolo campana.

 

Alle 20:30 su Lunasport (canale 114 del DT) andrà in onda il 17° appuntamento della terza stagione televisiva del format ideato e condotto dal giornalista Nicola Alfano assistito in redazione da Antonella Manfellotto. Tre i grandi protagonisti del 17° appuntamento con A tutto Volley: il libero della Volalto Caserta, Federica Barone, il coach della Guerriero Luvo Arzano, Nello Caliendo, e lo schiacciatore della Gis Lirsa Ottaviano, Mario Canzanella. Assisteranno alla trasmissione, i ragazzi della Fenice Club Poggiomarino. Nel 17° A Tutto Volley dell'anno parleremo di A2 femminile focalizzandoci sui momenti di Volalto Caserta e Corpora Aversa, di B1 femminile, analizzando la splendida vittoria casalinga ottenuta dalla Guerriero Luvo Arzano contro la capolista Palmi, e di B2 maschile con il grande Mario Canzanella punta di diamante della Gis Lirsa Ottaviano.

Questo e tanto altro sarà "A Tutto Volley", la pallavolo campana, torna in tv. Oltre alla messa in onda di questa sera, sarà possibile rivedere A Tutto Volley venerdì alle 7.30 e alle 20.30 su Lunasport (canale 114 DT). Inoltre sarà possibile rivedere A Tutto Volley anche su TvLuna Caserta (canale 95 DT) il giovedì alle 23. Infine ricordiamo che è possibile seguire la trasmissione in diretta streaming collegandosi al sito www.lunaset.it o scaricando l'applicazione "LunasetGo" che consente a tutti di portare i canali del gruppo Lunaset in tasca sul proprio tablet o smartphone.


Redazione 

(Riproduzione Riservata ©)


PALLANUOTO SERIE B, LA RACES RARI NANTES NAPOLI SFIDA L’AQAVION

 

Biancocelesti di scena nel derby, coach Marsili: “Proveremo a fermare una corazzata” La sconfitta dell’esordio è alle spalle, l’obiettivo per la Races Rari Nantes Napoli è quello di voltare pagina e di recuperare smalto e fiducia, anche se l’avversario non è dei più indicati in tal senso.

 

I biancocelesti affrontano infatti l’Aqavion in uno dei tanti derby partenopei del campionato di serie B. Si gioca, sabato 17  ore 16.30 alla Scandone, di fronte la formazione rarinantina si troverà una squadra attrezzata per il salto di categoria, che ha ben cominciato il campionato sbancando con autorità la piscina del Modugno. Un altro test probante per la comitiva di Elios Marsili, dunque, dopo quello al debutto con il San Mauro. Un test contrassegnato dai tanti ex. Solo in casa Races ci sono ben quattro giocatori che l’anno scorso militavano nell’Aqavion: Scotti Galletta, Politelli, Maglitto e Talamo. “Ci giocheremo le nostre chance con convinzione, anche se conosciamo bene la forza e la solidità dei nostri prossimi avversari”, sottolinea il tecnico rarinantino. “In settimana abbiamo analizzato con serenità le cause che hanno determinato il ko con San Mauro. Da parte nostra c’è la consapevolezza – continua Marsili – di non aver offerto una prestazione brillante, ma anche la voglia ed desiderio di provare a riscattarci subito. Sono convinto che con la continuità degli allenamenti e con l’entrata in condizione di tutti potremo toglierci parecchie soddisfazioni nel corso della stagione. Inutile nascondere, però, che il match con l’Aqavion è tra i più duri dell’intero campionato e che non saremo ancora al top. Questo non vuol dire, in ogni caso, che non tenteremo di mettere i bastoni tra le ruote ad una autentica corazzata”. La sfida tra Aqavion Pallanuoto e Races Rari Nantes Napoli, valevole per la seconda giornata d’andata del campionato di serie B, girone 4, sarà diretta dal signor Anaclerio.

Prossimo turno e classifiche serie B – girone 4 sono consultabili al link: http://www.federnuoto.it/discipline/pallanuoto/campionato-b-maschile.html?view=calendario&fas=59&grn=73&giornata=2

RACES RARI NANTES NAPOLI, ESORDIO CON SCONFITTA

 

 

 

 

Ko al debutto col San Mauro (7-10), Marsili: “Punteggio giusto, prova negativa” 

 

La formazione di Marsili, impegnata nel campionato di serie B2 di pallanuoto, si arrende 7-10 al neopromosso San Mauro dell’ex Perfetto (di nome e di fatto tra i pali), pagando un dazio pesantissimo alle micidiali controfughe ordinate dal tecnico casalnuovese André. Esordio sfortunato, dunque, e che sia una serata stregata lo si capisce all’ingresso in acqua, quando le due squadre si presentano praticamente con le stesse calottine. Al termine del primo tempo il cambio, con la Rari che indossa quelle bianche di riserva, mentre nel frattempo il San Mauro è già avanti (1-2). Di Talamo la prima rete stagionale rarinantina, ma è una partita di sofferenza per i biancocelesti, che nel secondo tempo si riportano in parità (3-3) grazie alle reti di Riccardo Perna e Maglitto in superiorità, finendo però di nuovo sotto subito dopo in virtù di un rigore trasformato da Fiorillo e della rete del 3-5 in controfuga di Iaccarino. Politelli si fa parare un rigore da Perfetto, ma si rifà ad inizio terzo periodo quando beffa il portiere avversario con una bella conclusione di destro a incrociare. Un altro rigore di Fiorillo dà fiato al San Mauro, poi Riccardo Perna va a segno su una ribattuta del portiere avversario. In conclusione di frazione arriva il nuovo +2 per il San Mauro, con Luca Magliulo in superiorità. Nell’ultimo tempo la Rari Nantes ci prova, ma semplicemente non ne ha più. Una bella girata di Talamo ed una palombella di Politelli strappano applausi, ma la vittoria va al San Mauro, che chiude arrotondando il bottino nei secondi finali con Sangermano. “Punteggio giusto, abbiamo giocato male”, ammette Elios Marsili. “Sapevo che contro il San Mauro sarebbe stato il peggior esordio possibile per noi, purtroppo non siamo riusciti a girare la partita come volevamo. Abbiamo provato ad addormentare il ritmo – continua il tecnico della Races – ma senza successo. Il San Mauro, che è ben allenato e ha sfruttato la migliore condizione agonistica e natatoria, ci ha punito sfruttando i nostri punti deboli. In settimana proveremo ad analizzare le ragioni di questa falsa partenza ed a porre correttivi”.

 

Tabellino Races Rari Nantes Napoli-San Mauro Nuoto 7-10 Races Rari Nantes Napoli: Rotondo, Talamo 2, Politelli 2, Maglitto 1, Scotti Galletta, R. Perna 2, Severino, G. Perna, Printsios, Ciniglio, Marrocco, Acunzo, Busiello. All. Marsili San Mauro Nuoto: Perfetto, Confuorto 3, De Gennaro, Nweke, Sangermano 1, Fiorillo 2, L. Magliulo 2, Iaccarino 1, Vaccaro, Natangelo, Pererano 1, F. Magliulo, De Francesco. All. André Arbitro: Frauenfelder Note: parziali 1-2; 2-3; 2-2; 2-3. Uscito per tre falli Severino. Superiorità numeriche: Rari Nantes 2/4, San Mauro 2/7. Spettatori 200 circa.

 

Risultati e classifiche serie B – girone 4 sono consultabili al link: http://www.federnuoto.it/discipline/pallanuoto/campionato-b-maschile.html?view=calendario&cpt=3&fas=59&grn=73


Redazione 

(Riproduzione Riservata ©)

PALLANUOTO, OBIETTIVO A2 PER LA RACES RARI NANTES NAPOLI 

 

 

 Il presidente Longo: “Risanamento economico e risultati di prestigio nel centodecimo anno del Circolo”

 

 

 

 

 Presentata nei saloni del Circolo, a Santa Lucia, la Rari Nantes Napoli che, patrocinata ancora dalla Races Finanziaria, rappresentata dall’avvocato Foglia, debutterà  alla Scandone nel campionato di pallanuoto serie B contro il San Mauro.

Al tavolo dei relatori il presidente Agostino Longo, il vicepresidente Ugo Frasca, il consigliere regionale con delega allo Sport Luciano Schifone ed il presidente del Comitato Regionale della Federnuoto Paolo Trapanese, in platea il tecnico Elios Marsili, il direttore tecnico Mario Marsili, il delegato allo sport Paolo Caccese e i giocatori della prima squadra.

A fare gli onori di casa il presidente Agostino Longo: “Risanamento economico e risultati di prestigio in campo sportivo sono gli obiettivi del circolo nel centodecimo anno di attività: possiamo centrarli entrambi”, ha assicurato l’architetto che, nel fare gli auguri alla squadra, ha coniato un nuovo apprezzatissimo slogan: “Mi raccomando, quest’anno dovete centrare ‘almeno’ la A2”. Incoraggiamento alla Rari Nantes anche da parte di Luciano Schifone: “Questo è un circolo che coniuga alla grande sport e sociale, impossibile non esserne sostenitori anche perché ha scritto pagine importanti della storia della pallanuoto in questa città e non solo”.

“La Rari Nantes è la culla della pallanuoto a Napoli, in Italia e nel mondo”, ha ribadito Paolo Trapanese. “L’augurio è che Elios Marsili e i suoi ragazzi possano riportare il nome glorioso di questa formazione in categorie più prestigiose”. Parola quindi al vicepresidente Ugo Frasca, che ha annunciato l’instaurazione di un rapporto di collaborazione con il Circolo club Nautico della Vela di Gennaro Aversano, ed al delegato allo Sport Paolo Caccese che ha introdotto Elios Marsili e i giocatori.

 

Momenti di commozione quando l’allenatore ha salutato papà Sante, colpito nei giorni scorsi da un malore ma già in rampa di lancio: “Mi sarebbe piaciuto tantissimo fosse qui, ci sarà più avanti. Mi ha detto di fare un incoraggiamento a tutti”. Quindi sulle prospettive in campionato: “Possiamo essere la rivelazione del campionato. Questo è un gruppo valido, ben assemblato e ricco di passione, possiamo essere la rivelazione del torneo. Viviamo lo sport senza troppe pressioni, se la fortuna ci aiuterà e riusciremo ad acquisire entusiasmo, magari potremo provare ad accorciare i tempi e a raggiungere da subito obiettivi importanti”.

 

Infine, dopo il saluto degli altri Circoli partenopei, Canottieri e Posillipo, rappresentati dagli addetti stampa Rosario Mazzitelli e Nino D’Agresti, uno sguardo al sociale. Anche quest’anno continua la partnership con Unicef Campania, mentre scatta una nuova collaborazione con la Croce Rossa Italiana, rappresentata in conferenza dal responsabile della sezione napoletana Paolo Monorchio: “Studieremo forme appropriate per offrire, insieme alla Rari, un aiuto concreto a questa città, che ne ha tanto bisogno”, ha sottolineato il rappresentante della CRI, il cui logo campeggerà sulle divise sociali del Circolo.


Redazione 

(Riproduzione Riservata ©)

Lo scudetto del Napoli tra i “miracoli” di Alessandro Siani al cinema

 

In programmazione nei cinema italiani, distribuito in ben 650 copie, l’ultimo film di Alessandro Siani dal titolo “Si accettano i miracoli”.

E tra i miracoli del film, nonostante il popolo napoletano sia scaramantico, il primo pellegrino chiede la vittoria dello scudetto del Napoli.

«È il grandissimo Gigi Savoia che mi ha fatto un grande regalo, come altri attori, recitando nel mio film – racconta Siani in una intervista al quotidiano Roma - Noi siamo scaramantici ma siamo soprattutto obiettivi, vorremmo veramente una Napoli vincente come squadra perché è quello che ci meritiamo. Mi auguro che tra i tanti miracoli ci sia anche questo, che possiamo festeggiare per le strade lo scu… lo scu… l’ho detto?».


Redazione 

(Riproduzione Riservata ©)

GUERRIERO LUVO ARZANO PIEGATA DAL CATANIA

 

Maresca: Rammarico per l’occasione sprecata in casa

 

GUERRIERO LUVO ARZANO 2 MESSAGGERIE STRANO CATANIA 3 (26-24; 20-25; 25-21; 23-25; 12-15)

 

GUERRIERO LUVO ARZANO: Campolo 18, Rinaldi (L), Cozzolino 3, Vinaccia 6, Del Vaglio 2, Russo 15, Lauro 23, Maresca 17. Non entrate: Ammendola, Amitrano, Pinto (L). All. Caliendo

 

MESSAGGERIE STRANO CATANIA: Liguori 18, Olivan19, Salamone 21, Avenia 6, Morfino 12, Camarda 5, Foscari, Barbagallo. Non entrate: Todaro, Surace, Scirè, Fogliano. All. Scavino

 

Arbitri: Piera Usai e Giorgia Adamo di Roma

 

NOTE. Durata set: 28’; 27’; 28’; 28’;18’. Battute sbagliate Guerriero Luvo Arzano: 7; Battute sbagliate Messaggerie Strano Catania: 7. Battute punto Guerriero Luvo Arzano: 7; Battute punto Messaggerie Strano Catania:7 . Spettatori 200 circa.

 

La Guerriero Luvo Arzano rinnova il suo abbonamento ai cinque set e trascina per le lunghe anche la gara con la Messaggerie Orizzonte Catania prima di cedere sul più bello una sfida che poteva vincere senza grandi problemi. La squadra di Caliendo gioca una buona partita mancando di lucidità in alcuni passaggi fondamentali e finendo con lo sprecare più del dovuto. Spreca così l’occasione d’oro di ritornare nei quartieri alti della classifica. Chi si aspettava una gara equilibrata è immediatamente accontentato. Il primo set propone due squadre che si studiano a vicenda. Ciascuna cerca di comprendere i punti deboli dell’altra ed intanto i punti scorrono via veloci. Vantaggio esterno in corrispondenza del secondo time-out tecnico.

La Guerriero Luvo Arzano rimette il piede avanti in corrispondenza dell’ingresso nella zona calda del set. Caliendo manda in campo Martina Del Vaglio sul 22-21, dopo che Cozzolino aveva messo a terra il pallonetto del vantaggio. Tocca a Luciana Lauro siglare il punto che consente all’Arzano di giocare la sua prima palla set. Un errore della Liguori che spedisce fuori la palla appena ricevuta consente alle padrone di casa di chiudere 26-24. Non basta la fiammata nella parte centrale del secondo set per continuare a marciare nel giusto senso di marcia. La Guerriero Luvo Arzano va subito sotto in avvio di seconda frazione.

S’inceppano i fondamentali e aumentano gli errori. Sul 7-12 in favore della squadra di Corrado Scavino (che ha festeggiato ad Arzano le 500 panchine nei campionati nazionali) parte la rabbiosa reazione delle ragazze di casa. Ci pensano Vinaccia e Lauro a rimettere in partita la squadra di casa che mette a segno un break di 6-0 che illude i presenti. Passata l’euforia Catania allunga e conquista il pareggio. Scende in campo con un’altra grinta ed un’altra voglia la Guerriero Luvo Arzano nel terzo set. Un desiderio di fare bene che viene tradotto in punti dalle attente giocate di Campolo, Lauro e Maresca. Catania cerca di rendere la vita dura al team di Caliendo e praticamente non molla mai la presa. Ne viene fuori uno scorcio di gara veramente interessante (20-18). Dalla mano di Nunzia Campolo parte il bolide del 24-21. Arriva da una doppia il punto del 2-1. Bella pallavolo anche nel quarto set anche se qui è Arzano ad inseguire (18-20).

Uno splendido muro di Luciana Lauro riporta la parità in campo: 22-22. Invasione e poi una palla spedita fuori da Russo mettono Catania nella condizione di chiudere al secondo tentativo: 23-25. Si arriva così al quinto set. Le siciliane allungano nella parte centrale, poi Arzano tenta il recupero: 12-13 prima di sbagliare due palle facili e regalare i due punti alle avversarie.

 

“Non siamo riuscite a mantenere la lucidità lungo tutto l’arco dell’incontro – commenta Francesca Maresca - un vero peccato però, perché abbiamo giocato bene. Ci siamo impegnate ma non è bastato. Questo campionato è bello, difficile ed equilibrato e queste partite dimostrano proprio che non si devono mai avere cali di tensione. Speriamo di fare tesoro di quello che è accaduto stasera per evitare che si ripeta in futuro”.


Redazione

(Riproduzione riservata ©)


A Tutto Volley

 

Questa sera alle 20:30 su Lunasport (canale 114 del DT) in onda il 7° appuntamento con la terza stagione del programma dedicato al volley campano.

 

In studio il presidente della Exton Aversa, Sergio Di Meo, la centrale della Guerriero Luvo Arzano, Francesca Maresca, e il coach dell'A.P. Partenope, Angelo Cimmino accompagnato in studio dalle ragazze della prima squadra targata Partenope Torna "A Tutto volley", il programma sportivo prodotto da Lunasport in collaborazione con il CR della Fipav Campania, interamente dedicato alla pallavolo campana.

Questa sera alle 20:30 su Lunasport (canale 114 del DT) andrà infatti in onda il 7° appuntamento della terza stagione televisiva del format ideato e condotto dal giornalista Nicola Alfano che sarà assistito in redazione da Antonella Manfellotto. Protagonisti del 7° A Tutto Volley dell'anno il presidente della Exton Aversa, Sergio Di Meo, la centrale della Guerriero Luvo Arzano, Francesca Maresca, e il coach dell'A.P. Partenope, Angelo Cimmino accompagnato in studio dalle ragazze della prima squadra targata Partenope .

Nel 7° A Tutto Volley dell'anno punteremo i riflettori sulla questione giovanili e su chi, all'interno delle società campane segue e allena i più giovani, parleremo di A2 femminile, del ritorno al successo della Exton Aversa in B1 maschile e del derby campano di B1 femminile tra Arzano e Montella. Poi spazio alla polemica sollevata dal presidente della Fipav Campania, Ernesto Boccia, circa la premiazione come "Amico dello Sport Campano" che il Coni assegnerà all'assessore provinciale, Filippo Monaco, colui che ha firmato l'aumento delle tariffe orario per l'utilizzo delle palestre scolastiche del napoletano appartenenti alla Provincia.

 

Questo e tanto altro sarà "A Tutto Volley", la pallavolo campana, torna in tv. Oltre alla messa in onda di questa sera, sarà possibile rivedere A Tutto Volley mercoledì alle 15.30 e alle 20:30, e venerdì alle 7.30 e alle 20.30 su Lunasport (canale 114 DT). Inoltre sarà possibile rivedere A Tutto Volley anche su TvLuna Caserta (canale 95 DT) il giovedì alle 23.

Infine ricordiamo che è possibile seguire la trasmissione in diretta streaming collegandosi al sito www.lunaset.it o scaricando l'applicazione "LunasetGo" che consente a tutti di portare i canali del gruppo Lunaset in tasca sul proprio tablet o smartphone.

 

Redazione

(Riproduzione riservata ©)

 

Riparte alle 20:30 su Lunasport (canale 114 del DT) il 6° appuntamento con la terza stagione del programma dedicato al volley campano. In studio Emanuela Fiore, schiacciatrice della Volalto Caserta, e il presidente dell'Alp Aversa, Gianni Apicella, accompagnato in studio da coach Stefano Narducci ed una folta delegazione del settore giovanile normanno 

Torna "A Tutto volley", il  programma sportivo prodotto da Lunasport in collaborazione con il CR della Fipav Campania, interamente dedicato alla pallavolo campana. Alle 20:30 su Lunasport (canale 114 del DT) è partito il 6° appuntamento della terza stagione televisiva del format ideato e condotto dal giornalista Nicola Alfano che sarà assistito in redazione da Antonella Manfellotto. Protagonisti del 6° A Tutto Volley dell'anno Emanuela Fiore, schiacciatrice della Volalto Caserta, e il presidente dell'Alp Aversa, Apicella, accompagnato in studio da una folta delegazione del settore giovanile normanno.

Nel 6° A Tutto Volley dell'anno si punteranno i riflettori nuovamente sulla questione strutture in Campania partendo dal caso Aversa. Poi spazio alla A2 femminile con Volalto Caserta e Corpora Aversa in particolare spolvero per poi analizzare il momento no attraversato dalla Exton Aversa, sconfitta in Coppa Italia da Lagonegro. Infine dedicheremo una piccola parentesi alle selezioni regionali affidate a Luigi Russo (quella maschile) e Gaetano Vitale (quella femminile)

Questo e tanto altro sarà "A Tutto Volley", la pallavolo campana, torna in tv. Oltre alla diretta, sarà possibile rivedere A Tutto Volley mercoledì alle 15.30 e alle 20:30, e venerdì alle 7.30 e alle 20.30 su Lunasport (canale 114 DT). Inoltre sarà possibile rivedere A Tutto Volley anche su TvLuna Caserta (canale 95 DT) il giovedì alle 23. Infine ricordiamo che è possibile seguire la trasmissione in diretta streaming collegandosi al sito www.lunaset.it o scaricando l'applicazione "LunasetGo" che consente a tutti di portare i canali del gruppo Lunaset in tasca sul proprio tablet o smartphone.

 La Redazione

(Riproduzione riservata ©)

Commenti: 0 (Discussione conclusa)
    Non ci sono ancora commenti.

Voyage Pittoresque Factory promuove il sodalizio tra sport e arte

 

Il 28 novembre l'Asta di beneficenza con tutte le opere del Concorso Internazionale Bluduemila  

 

La galleria artistica di Gennaro Regina diventa location prestigiosa  per un evento d'eccezione che coniuga artisti internazionali e giovani promesse del mondo dell'arte con la solidarietà in favore dello sport. Venerdì 28 novembre si terrà l'Asta di beneficenza delle opere che hanno partecipato al Concorso Internazionale promosso dall'associazione Bluduemila, appuntamento che chiude la prima edizione del progetto "Sport ed Arte, una sinergia possibile". Attraverso il Concorso Internazionale l'associazione Bluduemila ha creato sinergie e sane alleanze con prestigiosi gruppi imprenditoriali miscelando il sostegno allo sport con arte, cultura e solidarietà con lo scopo di fare qualcosa di buono senza utilizzare sovvenzioni pubbliche, ma con il solo supporto di soci ed amici.

"Sono fiero ed orgoglioso di poter offrire la mia galleria per un progetto che sposa la promozione dello sport e dell'arte anche e sopratutto per i giovani - dichiara l'artista Gennaro Regina - e spero che la mia generosità riesca a far nascere e condividere nuovi entusiasmi. Credo fermamente che questo progetto collettivo di mutuo soccorso riesca a favorire l'accesso all'arte e agli sport olimpici a tutti i giovani atleti ed artisti".

Durante la serata di Venerdì 28 novembre, alle ore 18:00, saranno battute all'asta le circa 70 opere partecipanti al Concorso Internazionale realizzate da artisti di fama internazionale, tra cui Lello Esposito, Todd Williamson, Eric Legrain, Michael Beauvent, Felix Policastro, Maurizio Monaco e Vera Puoti  e da giovani promesse come Antonio Conte, Jorit, Max Coppeta, Olivier Lefevre, Francesca Matarazzo di Licosa, Raffo, Marina Iodice, Fabiana Spinelli ed il giovanissimo Roberto Maria Lino, anche Gennaro Regina offrirà all'asta 2 delle sue opere.  

Le opere saranno in mostra presso Voyage Pittoresqeu Factory da lunedì 24 novembre fino al 28 novembre.


Voyage Pittoresque Factory  è uno spazio dalle mille anime, nato da un’idea di Gennaro Regina,  laboratorio creativo e galleria espositiva, biblioteca e luogo di incontro, officina dal sapore rétro ma con strumentazioni hi-tech per la produzione di stampe artistiche e non solo. E' un luogo di pensiero, di produzione ed incontro, per mostre d’arte, fotografia e design, un salotto-biblioteca dove si possono consultare oltre 500 libri d’arte, architettura, design; laboratorio tipografico per stampe d’arredamento e artistiche: l’ingresso è libero ed i visitatori possono ammirare i quadri e le opere di Gennaro Regina che sono in mostra ed acquistarle. Voyage Pittoresqeu Factory organizza corsi d’arte per adulti e ragazzi, incontri culturali, presentazioni di libri, proiezioni, aperitivi rigorosamente nel segno dell’arte, ed è, inoltre, una location ideale per feste ed eventi privati.


Voyage Pittoresque Factory Corso Vittorio Emanuele, 682. tel. 081 5621361 www.voyagepittoresque.it

 

Ufficio stampa Dipunto studio

 

 

 La Redazione

(Riproduzione riservata ©)

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti

Mondiali di volley femminile 2014: Intesa Sanpaolo prema la migliore giocatrice 


 

 

Intesa Sanpaolo, Official Event Sponsor della XVII edizione dei Mondiali di Pallavolo Femminile, ha premiato la migliore giocatrice del mondiale in occasione della partita conclusiva che si è tenuta  domenica sera, 12 ottobre, al Forum di Assago di Milano.  Gabriella Gemo, Responsabile Corporate Image di Intesa Sanpaolo, ha consegnato alla giocatrice indicata dalla giuria della FIVB la targa realizzata per l’occasione. 

La rinnovata adesione del Gruppo a questa rilevante manifestazione sportiva, dopo la prima e importante esperienza del 2010, conferma l’impegno assunto da Intesa Sanpaolo nel promuovere e diffondere, attraverso il sostegno allo sport, i valori fondamentali per la crescita e la formazione degli individui. Intesa Sanpaolo ha maturato nel tempo un’esperienza significativa nel campo delle sponsorizzazioni sportive, sostenendo importanti manifestazioni sportive nazionali e internazionali: dai Giochi Olimpici e Paralimpici Invernali di Torino alla sfida di Luna Rossa nell’American’s Cup di Valencia, dai Mondiali di Nuoto nel 2009 ai Mondiali di Pallavolo Maschile nel 2010, fino agli Europei di Pallavolo Femminile nel 2011. 

Nel suo ruolo di sostenitore dello sport di alto livello e delle eccellenze sportive italiane, il Gruppo ha operato a fianco del CONI con la sponsorizzazione degli ultimi due trienni olimpici, da Pechino 2008 a Londra 2012, terminata quest’anno con i Giochi Olimpici Invernali di Sochi in Russia. Alle importanti collaborazioni internazionali si aggiungono anche una serie di iniziative sportive in gran parte indirizzate ai giovani come l’Armani Junior Program, le attività con il CUS Torino e diverse giovanili di calcio, rugby e atletica.



La Redazione

(Riproduzione riservata ©)

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti

A Napoli presentazione della Fai Marathon

 

 

 

 

Mercoledì 8 ottobre alle 11.00 nella Chiesa di San Rocco in Piazza San Pasquale a Chiaia 23, la Delegazione napoletana del FAI ha presentato il percorso e tutti i contenuti della FAIMARATHON a Napoli, iniziativa nazionale in programma domenica 12 ottobre in oltre 120 città italiane.

Maria Rosaria de Divitiis - Presidente FAI Campania, ha illustrato l’itinerario di questa terza edizione che si muoverà “Verso le origini di Napoli: Monte Echia e Megaride”combinando arte, architettura, panorami insoliti della città, reading letterari, musica e degustazioni. Sono intervenuti  gli ospiti delle varie tappe.

 

La FAI Marathon a Napoli si svolge con il Patrocinio e la collaborazione del Comune di Napoli e grazie alla disponibilità di: Direzione Regionale per i Beni Culturali della Campania, Archivio di Stato di Napoli, Liceo d’Arte Boccioni-Palizzi, Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, Istituto Italiano dei Castelli, Centro Incontri delle Arti Pasquale della Monaco, Napolitano Pianoforti. Un ringraziamento particolare a Maurizio de Giovanni e Silvio Perrella che parteciperanno alla FAI Marathon.

 

Si ringrazia: Chef dovunque, Carputo Vini, Pasticceria Leopoldo, Associazione Culturale Ramblas, Gruppo Ciao Pizza, Associazione Fotografica Flegrea PHOTO.

 

Giunta alla terza edizione la  “FAIMARATHON – Con Il Gioco del Lotto e il FAI è l’unica maratona che si corre con gli occhi”, evento nazionale a cura delle Delegazioni e dei volontari FAI, ideato e realizzato in partnership con Il Gioco del Lotto, a sostegno della campagna di raccolta fondi “Ricordati di salvare l’Italia”. È una passeggiata non competitiva, una “maratona culturale” a tappe, adatta a persone di tutte le età, nata con l’intento di far riscoprire agli italiani, attraverso itinerari interessanti e curiosi, luoghi spesso nascosti della propria città.

 

Si ringrazia il Centro di Musica Antica Pietà de’Turchini per l’ospitalità presso la Chiesa di San Rocco.

 

 

La Redazione

(Riproduzione riservata ©)

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti

Beppe Savoldi a Radio Club91

 

Beppe Savoldi, intervenuto ai microfoni di Radio Club91, nel programma sportivo “Novantunesimo minuto” ha esplicato le proprie perplessità riguardo il Napoli di quest’anno: “In campo ho visto una squadra scarica e senza idee – commenta l’ex calciatore azzurro -. La formazione vista in campo contro l’Udinese non aveva né capo né coda”. Durissimo il commento dell’ex-bomber che si è poi espresso sui temi d’attualità e sui dubbi che aleggiano nell’ambiente partenopeo: “In questo Napoli Higuain è troppo isolato, da ex-numero 9 posso dire che è difficile giocare quando si è troppo isolati davanti. Hamsik? Un gran giocatore, ed un bravissimo ragazzo, purtroppo gli manca il carisma e la personalità del leader”.

 

“Soltanto un Napoli in crisi e sottopressione potrà consentire al Palermo di fare risultato”. Questa l’analisi che Carlo Brandaleone, giornalista del “Giornale di Sicilia”, ha espresso ai microfoni di Radio Club91, nel programma “Novantunesimo minuto”. “Iachini non avrà molte scelte in vista dell’impegno infrasettimanale – dice Brandaleone -, la formazione sicula ha gli uomini contati. Sicuramente vedremo la stessa formazione vista in campo contro l’Inter, l’unica cosa che potrà cambiare sarà l’atteggiamento della squadra, magari più offensivo e meno catenacciaro”. Ambiente rosanero un po’ scoraggiato, quindi, in vista dell’impegno in campionato.  

 

La Redazione (Riproduzione riservata ©)

Commenti: 0 (Discussione conclusa)
    Non ci sono ancora commenti.

Canoni delle palestre alle stelle, la Fipav chiede aiuto alla Provincia

Il presidente campano Ernesto Boccia incontra Pentangelo

 

L'aumento delle tariffe del canone di concessione delle palestre provinciali è stato l'argomento che ha tenuto banco nell'incontro fra il presidente regionale campano della Federazione italiana pallavolo l'avvocato Ernesto Boccia e il presidente della Provincia di Napoli l'avvocato Antonio Pentangelo.
Il lievitare delle tariffe sta creando enormi problemi per numerose società affiliate costrette a rifare i conti e riprogrammare la stagione.
Il presidente Boccia ha ricordato all'avvocato Pentangelo come una decisione del genere possa avere un effetto più che negativo sull’attività sportiva delle associazioni che utilizzano tali strutture.
Inoltre, il numero uno della Fipav Campania ha ribadito che l'ente Provincia deve essere sensibile all’attività di volontariato che le associazioni svolgono su tutto il territorio per abbattere il disagio sociale e giovanile.
Boccia ha chiesto a Pentangelo di rivedere o di inserire degli ammortizzatori che possano portare delle agevolazioni nell’utilizzo degli impianti scolastici. Situazione, questa, che si è venuta ad aggravare anche e soprattutto perché vi è mancanza quasi totale di strutture pubbliche, e rendendo necessario ed obbligatorio l’utilizzo di quelle provinciali.
Ed è chiaro, che con queste premesse, l’aumento del canone di concessione di queste strutture può portare all’allontanamento dei giovani dallo sport, rendendo così ancora più duro e difficile il lavoro delle associazioni sportive.
Il presidente Pentangelo si è detto disponibile ed ha garantito, in tempi brevi, una soluzione che possa essere la più favorevole possibile per le associazioni del territorio della provincia di Napoli.

 

La Redazione (Riproduzione riservata ©) 

Tiziano Crudeli a Radio Club 91

 

<<Il Napoli è una squadra sbilanciata>>. Così  Tiziano Crudeli giornalista e opinionista di Sette Gold ai microfoni di Radio Club 91 nel programma 91 Minuto. << È  evidente che sia una squadra troppo offensiva e che non può giocare con questo modulo. È forte ma in fase difensiva ha dei limiti. L'anno scorso siamo arrivati terzi>>. Devo distinguere tra l'uomo e il calciatore. Il giocatore ha segnato 18 goal nella stagione passata, l'uomo ha fatto degli errori clamorosi. Viene sostituito con mie perplessità da un giocatore (Torres) che in 102 partite con il Chlesea ha segnato solo 20 goal. Spero che l'assetto tattico di Inzaghi, che prevede il contropiede, possa esaltare le caratteristiche  dell'attaccante spagnolo.  L'Inter è una squadra solita, Ce l'hanno tutti con Mazzarri ma non può fare miracoli.  È una squadra che ha delle lacune ma solida. Con il suo modulo (3-5-2) può arrivare lontano>>.


Francesca Cicatelli 
Ufficio stampa 

 

Radio Club 91
Redazione
  (Riproduzione riservata ©)

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti

Riparte Sport&Benessere nella terza età alle Thermae Abano Montegrotto

 

 

Stoppato: “Rinnoviamo con entusiasmo la collaborazione con la Provincia di Padova per proporre ai cittadini l’attività sportiva nell’acqua termale delle nostre piscine”

 

 

 

Confermato anche per la prossima stagione invernale 2014/2015 il progetto “Sport & Benessere nella 3^ età” alle Thermae Abano Montegrotto.

 

 

 

L’iniziativa, giunta alla sua quindicesima edizione, realizzata e promossa dall’Assessorato allo Sport dell’Amministrazione provinciale e dal Consorzio Terme Euganee, dal prossimo dicembre farà convogliare ancora una volta i cittadini dei Comuni del Padovano con più di 55 anni alle Terme Euganee.

 

 

 

“Come Provincia – ha spiegato l’assessore allo Sport Luca Littamèabbiamo fortemente voluto ripetere quest’iniziativa per la sua valenza legata al benessere psicofisico, alla prevenzione e alla socialità. La fascia d’età è giovanile, quindi si tratta di un progetto molto amato da tante persone che iniziano a voler porre più attenzione alla propria salute cercando di fare un po’ di movimento con l’aiuto di istruttori esperti. La partecipazione è sempre molto alta, quindi siamo riusciti anche a far iniziare il progetto a dicembre anziché a gennaio, come era finora. Inoltre, abbiamo voluto ampliare l’offerta dando la possibilità ad altri soggetti di mettere a disposizione strutture adeguate anche al di fuori del tradizionale circuito legato agli hotel associati al Consorzio Terme Euganee. Direi che ci sono tutte le premesse perché anche questa edizione riscuota il successo meritato”.

 

 

 

I corsi avranno una durata di 7 settimane e si svolgeranno nelle mattine e nei pomeriggi dei prossimi dicembre, gennaio e febbraio secondo una suddivisione oraria di lezioni che potranno accontentare tutti i gruppi di adulti ed anziani coinvolti dagli Assessorati alle Politiche Sociali dei paesi richiedenti.

 

 

 

“In quanto unico Consorzio di promozione turistica del territorio termale Euganeo riconosciuto dalla Regione Veneto, - precisa la Presidente Angela Stoppatoè doveroso, ma ancor più appagante, rinnovare l’impegno organizzativo con la Provincia di Padova in un’iniziativa oramai consolidata ed apprezzata da tutti i paesi limitrofi.

 

 

 

Le edizioni scorse hanno toccato picchi di 2.000 persone iscritte e, proprio pensando a questi numeri, abbiamo voluto garantire anche per quest’occasione le più belle piscine degli hotel termali rispondenti a tutti i requisiti per una migliore accoglienza, con personale qualificato sia in acqua che fuori dall’acqua, medici termalisti per visite mediche ad hoc, nonché personale medico del Centro Medicina dello Sport, oltre alla consueta possibilità di accedere a particolari convenzioni alla cura fangoterapica nello stabilimento stesso.

 

 

 

La collaborazione con l’assessore allo Sport della Provincia di Padova, Luca Littamè, che ancora una volta ringrazio, va nella direzione di offrire prima di tutto ai nostri più vicini estimatori la risorsa termale di cui il nostro territorio è dotato, secondo una formula utile ed apprezzata”.

 

 

 

Iris Rocca

 

Ufficio Stampa

 

Associazione Albergatori Termali Abano Montegrotto

 

Consorzio Terme Euganee

(Riproduzione riservata ©)

SAVE THE DATE: Altipiani di Asiago, Lavarone e Levico Terme 5-13 luglio 2014

 

 

Al via i Campionati Mondiali Sport d’Orientamento  nei boschi gestiti in modo sostenibile tra Trentino e Veneto. Obiettivo: far luce sui vantaggi di un uso virtuoso del nostro patrimonio boschivo

 

Gli unici alleati saranno una bussola e una cartina topografica a scala ridotta. Per il resto, servirà sangue freddo, polmoni allenati e capacità di non perdere l’orientamento fra boschi, montagne e prati. Si aprono domani i Campionati mondiali di Orienteering. L’edizione di quest’anno è la prima ad essere ospitata in Italia. E, nell’evento, un posto speciale è riservato ai boschi nei quali si svolgeranno le gare. Scenario dell’evento gli alberi dell’Altopiano dei Sette Comuni in Veneto, degli Altipiani di Folgaria, Lavarone, Luserna e della Valsugana in Trentino, oltre ai centri storici di Venezia e Trento.

 

L’obiettivo delle prove è di portare a termine un percorso predefinito passando per alcuni punti di controllo intermedi. Un’occasione per far conoscere anche nel nostro Paese questo sport assai apprezzato in Nord Europa, dove è praticato da oltre un secolo.

 

Ma l’evento sarà anche un modo per diffondere, attraverso lo sport, i valori di sostenibilità, responsabilità ambientale e corretta gestione del patrimonio boschivo. L’orienteering è una disciplina che fa di alberi e sentieri il proprio campo di gara ed è quindi naturalmente sensibile al tema dell’utilizzo virtuoso degli ecosistemi forestali: ecco perché i boschi scelti per i campionati sono tutti certificati secondo il sistema PEFC, lo standard di certificazione della gestione sostenibile del patrimonio boschivo più diffuso al mondo.

 

L’edizione “green” dei Campionati mondiali Sport d’Orientamento è stata resa possibile da un protocollo di intesa firmato tra il PEFC Italia e la FISO (Federazione Italiana Sport Orientamento): in base all'accordo la FISO attuerà una politica di “acquisti verdi” di prodotti sostenibili e certificati (carta e altri prodotti derivanti dal legno) e userà solo legno certificato per la realizzazione delle infrastrutture utili per le gare di orienteering.

Grazie all’accordo, saranno inoltre utilizzati prodotti - alimentari e non – di provenienza locale per intensificare il rapporto con il territorio durante i giorni di gara.

 

 Redazione

(Riproduzione Riservata ®)

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti

La Marathon La Via dei Francesi del 20 luglio si presenta

 

I preparativi per la gara di domenica 20 luglio sono in corso. Manca giusto una settimana alla Marathon La Via dei Francesi, ma gli organizzatori dell’associazione ciclistica Gli Arditi amano fare le cose per bene, curare tutto nei minimi particolari e rendere questa gara un’esperienza bella per tutti tra partecipanti ed accompagnatori che verranno a far visita a Tiriolo (Catanzaro).

 

Tiriolo offre agli occhi dei visitatori, oltre ad interessanti bellezze naturali, un ricco artigianato tipico, che annovera, tra i suoi prodotti, il famoso “vancale”, (lo scialle che fa parte del costume tradizionale tirolese); c’è inoltre la possibilità di effettuare visite guidate sia all’Antiquarium che al Museo del Costume, nonché di gustare, nei ristoranti del posto, gli appetitosi piatti della cucina locale.

 

Il responsabile del comitato organizzatore Luigi Bevacqua, sottolinea che “nonostante la fatica e l’impegno che questa manifestazione comporta, è un piacere lavorare per chi vuole parteciparvi. Il gruppo organizzativo si sta dando un gran da fare come sempre per ripulire, ripristinare e rendere sicure le strade del tracciato, oltre ad occuparsi dalla logistica e dei vari servizi per gli atleti. Tutto questo con l’entusiasmo di chi sa che il suo lavoro verrà apprezzato dai ciclisti che, come ogni anno, vorranno onorarci della loro presenza”.

 

Il nome “La via dei francesi” è dovuto al fatto che le truppe napoleoniche usavano questo percorso interno alternativo a quella che attualmente è la strada statale.

 

Si può scegliere tra due percorsi: il marathon di 49 chilometri e quello cross country di 22 chilometri.

 

Il percorso marathon ha le seguenti caratteristiche: dislivello complessivo di 1500 metri, ascese da 350 metri a 500 metri, difficoltà medio-dura, discesa tecnica scorrevole al 15%, salita più lunga di 9 chilometri e pendenza massima al 25%.

 

I giovanissimi possono, invece, gareggiare nel percorso breve di 3 chilometri. Inoltre i bambini, dall’età di 7 anni, possono anch’egli partecipare ma accompagnati da guide.

 

Gli organizzatori hanno stipulato una convenzione con l’Hotel Castagneto: pernottamento con mezza pensione a 35 euro, pranzo o cena a 12 euro oppure pensione completa a 40 euro. Inoltre offre il parcheggio camper, area attrezzata per tenda, servizio doccia, lavaggio bici ,tutto custodito al costo di 5 euro. Dando la disponibilità di poter usufruire per oltre 15 giorni delle convenzioni. per prenotarsi chiamare prima del periodo della gara versando un anticipo (tutte le info al numero 0961/994048, chiedendo di Pepè Maruca).

 

Per informazioni specifiche sulla gara, invece, si può visitare il sito degli arditi, www.gliarditi-mtb.it.

 

Il calendario 2014 del circuito Trofeo dei Parchi Naturali è il seguente:

LUGLIO 20: 11° GF la Via dei Francesi TIRIOLO (CZ)

AGOSTO 3: 2° GF Bicincanto nel Vulcano ROCCAMONFINA (CE)

AGOSTO 31: 1° Marathon degli Aragonesi CASTROVILLARI (CS)

SETTEMBRE 21: 8° Etna Marathon MILO-ETNA (CT)

OTTOBRE 12: 18° Marathon Lago di Fondi FONDI (LT)

 

Per info: http://www.trofeodeiparchinaturali.it/

 

Luca Alò

(Riproduzione riservata )

Commenti: 0 (Discussione conclusa)
    Non ci sono ancora commenti.